fbpx
Legge di Bilancio 2021: numerose le previsioni in materia di lavoro.
21 Gennaio 2021
1° febbraio: al via la Lotteria degli Scontrini
1 Febbraio 2021

Proroga finanziamenti concessi con garanzia 100% del Fondo PMI.

Possibile la proroga della durata dei finanziamenti da 25/30.000 Euro concessi con garanzia 100% del Fondo PMI,  di cui al “D.L. Liquidità n. 23/2020”


 

Sono operative dal 13 gennaio le novità previste della legge di Bilancio 2021 per i prestiti fino a 30.000 euro, garantiti al 100% dal Fondo PMI.

L’innovazione più attesa riguarda l’aumento della durata delle operazioni, che si allunga fino a 15 anni.

Il prolungamento della durata può essere richiesto anche per i finanziamenti già concessi alla data del 13 gennaio 2021.

La legge di Bilancio 2021, oltre alla proroga della misura fino al 30 giugno 2021, è intervenuta sulla lettera m) del comma 1 dell’art. 13 del decreto Liquidità con ulteriori modifiche.

 

PLATEA DEI SOGGETTI AMMISSIBILI
Con il comma 213, l’accesso alla garanzia del 100% sulle operazioni fino a 30.000 euro viene esteso alle società di agenti in attività finanziaria, alle società di mediazione creditizia e alle società disciplinate dal testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia (TUB), identificate dal codice ATECO K 66.21.00.
A seguito della modifica, possono richiedere l’accesso alla misura:
  • le piccole e medie imprese;
  • le persone fisiche esercenti attività di impresa, arti o professioni, comprese le associazioni professionali e le società tra professionisti;
  • le persone fisiche esercenti attività di cui alla sezione K del codice ATECO. In particolare, sono ammissibili ditte individuali, professionisti/persone fisiche e studi professionali che svolgono una delle seguenti attività: 660000, 661000, 661100, 661200, 661900, 661910, 661920, 661921, 661922, 661930, 661940, 661950, 662000, 662100, 662200, 662202, 662203, 662204, 662900, 662901, 662909;
  • le società che presentano i seguenti codici ATECO 2007 (indicati nella circolare del Mediocredito Centrale n. 1/2021):
66.19.20 – Attività di promotori e mediatori finanziari;
66.19.21 – Promotori finanziari;
66.19.22 – Agenti, mediatori e procacciatori di prodotti finanziari;
66.21.00 – Attività dei periti e liquidatori indipendenti delle assicurazioni.
DURATA FINANZIAMENTI FINO A 15 ANNI
Un’altra modifica di rilevante impatto apportata dalla legge di Bilancio 2021 alla lettera m) del comma 1 dell’art. 13 del decreto Liquidità riguarda la durata massima finanziamenti garanti, aumentata da 10 a 15 anni (art. 1, comma 216). Resta invece confermata che la condizione che il rimborso della quota capitale non potrà inizia prima di 24 mesi dalla data di erogazione.
Ai sensi del comma 217, il prolungamento della durata può essere richiesto anche per i finanziamenti già concessi alla data del 13 gennaio 2021  con il mero adeguamento della componente Rendistato del tasso d’interesse applicato, in relazione alla maggiore durata del finanziamento.
ADEGUAMENTO DEI FINANZIAMENTI GIÀ CONCESSI
Per i soggetti che hanno già inviato richiesta di un prestito garantito al 100%, si prospettano diverse situazioni per l’allungamento della durata del “vecchio” finanziamento di 5 anni.
Secondo quanto specificato nella circolare del Mediocredito Centrale n. 1/2021, per i finanziamenti che, alla data del 13 gennaio 2021, sono già ammessi all’intervento del Fondo ma non ancora erogati, a seguito dell’adeguamento alle nuove condizioni, la banca/intermediario finanziario/confidi deve inviare al Fondo una richiesta di conferma della garanzia già concessa.
Per i finanziamenti già erogati, alla data del 13 gennaio 2021, l’adeguamento alle nuove condizioni potrà essere effettuato:
– o tramite un nuovo finanziamento finalizzato all’estinzione del precedente finanziamento;
– o attraverso la sottoscrizione/stipula di un addendum al contratto del finanziamento precedente.
TASSO DI INTERESSE
La legge di Bilancio 2021 ha modificato anche il metodo di determinazione del tasso di interesse massimo da applicare ai finanziamenti.
Ai sensi del comma 218, il tasso di interesse applicato ai finanziamenti oggetto di richiesta di garanzia, non dovrà essere superiore allo 0,20% aumentato del valore, se positivo, del tasso di Rendistato con durata analoga al finanziamento stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *