fbpx

test articolo di Bilancio 2019

Impresa in semplificata? Si va alla cassa!
16 Febbraio 2018
Licenziare la lavoratrice in stato di gravidanza? La UE dice sì!
1 Marzo 2018

test articolo di Bilancio 2019

Vista la numerosità delle disposizioni di natura fiscale ed in materia di lavoro contenute nella “Legge di bilancio 2018”
ed i numerosi chiarimenti giunti dagli Uffici nel corso delle ultime settimane, riportiamo di seguito, con la massima sinteticità possibile, tutte le novità/conferme/proroghe in essa contenute.

Restiamo ovviamente a disposizione per eventuali chiarimenti e segnaliamo che alcuni dei temi riportati saranno successivamente fatti oggetto di specifica circolare di approfondimento.

In sintesi quindi la “Legge di bilancio 2018” ha sancito quanto segue:

proroga al 31.12.2018 delle detrazioni 50% e 65% relative agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica (max Euro 96.000 per immobile) e del bonus mobili ed elettrodomestici (max Euro 10.000);
introduzione della nuova detrazione “bonus verde”: 36% su max Euro 5.000 per spese per “sistemazione a verde” di aree scoperte, impianti di irrigazione, coperture a verde, giardini pensili;
proroga nel 2018 della disciplina del maxi / iper ammortamento, con riduzione del maxi ammortamento al 30% e conferma dell’iper al 150%;
credito d’imposta del 40% per le spese di formazione 4.0 del personale dipendente;
bonus 36% fino ad un massimo di Euro 20.000 per le imprese che sostengano costi per acquisto di prodotti in plastica riciclata;
aumento dal 2019 ad Euro 4.000,00 del reddito limite per la detrazione familiari a carico under 24 anni;
detrazione fiscale del 19% per premi assicurativi pagati in relazione ad assicurazioni per eventi calamitosi su immobili ad uso abitativo;
aumento della soglia di esenzione fiscale a € 10.000 per i compensi degli sportivi dilettanti;
estensione dal 2019 della fattura elettronica alle operazioni tra soggetti residenti / stabiliti / identificati in Italia: dal 01/01/2019 (stando al dettato normativo) scatterà l’obbligo di documentare tutte le operazioni di cessione e le prestazioni di servizi esclusivamente tramite emissione consegna di fattura elettronica tramite il sistema di interscambio “Sdl”;
soppressione della scheda carburante e deducibilità degli acquisti di carburante soltanto se effettuati tramite carte di credito / debito / prepagate: dal 01/07/2018 per ottenere la deducibilità dei costi di acquisto del carburante quest’ultimi dovranno essere documentati esclusivamente tramite fatture elettroniche emesse dal gestore dell’impianto;
dal 01/07/2018 obbligo della fattura elettronica anche per le prestazioni rese da soggetti subappaltatori/subcontraenti della filiera delle imprese operanti nell’ambito di un contratto stipulato con la Pubblica Amministrazione (codice CUP/CIG);
nuovo calendario degli adempimenti fiscali: Comunicazione Dati Liquidazione Iva IV° trim. 2017: 28/02/2018, Comunicazione Dati Liquidazione Iva I° trim. 2018: 16/05/2018, Comunicazione Dati Liquidazione Iva Genn. 2018: 16/02/2018, Comunicazione Dati Liquidazione Iva Febbr. 2018: 16/03/2018, Comunicazione Dati Liquidazione Iva Marzo 2018: 16/04/2018 ecc., Dichiarazione Iva 2017: 30/04/2018, Spesometro II° semestre 2017: 28/02/2018 (già prevista ulteriore proroga), Spesometro I° semestre 2018: 01/10/2018, presentazione Modello 730/2018: 23/07/2018, presentazione Modelli Redditi/IRAP/770: 31/10/2018;
divieto assoluto dal 01/07/2018 di corresponsione in contanti delle retribuzioni al personale dipendente: a decorrere da predetta data la retribuzione ai dipendenti va corrisposta esclusivamente mediante flussi bancari/postali, pena l’applicazione di una sanzione da 1.000 a 5.000 Euro;
estensione della tassazione sostitutiva del 26% ai dividendi da partecipazioni qualificate e relativi capital gains: la dimensione della quota di partecipazione non è quindi più rilevante ai fini fiscali per gli utili formatisi dopo il 01/01/2018, per i precedenti permangono le vecchie regole;
differimento dell’applicazione degli ISA (nuovi Studi di Settore) ai redditi 2018: per i redditi 2017 si applicheranno ancora i “vecchi” Studi di Settore;
conferma dell’opzione per la rivalutazione (ai fini fiscali) del valore dei terreni e delle partecipazioni detenute al 01/01/2018: operazione che prevede perizia asseverata e versamento di una imposta sostitutiva dell’8% su nuovo valore;
conferma della detrazione al 19% dei canoni di locazione per studenti fuori sede: a condizione che l’Università sita ad almeno 100 km dal luogo di residenza;
conferma della detrazione al 19% delle spese di abbonamento al trasporto pubblico: sia per il dichiarante che per i familiari a carico;
a decorrere dall’1.1.2018, ai datori di lavoro privati che assumono lavoratori con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato a tutele crescenti è riconosciuto, per un periodo massimo di 36 mesi, l’esonero dal versamento del 50% dei contributi previdenziali, ad esclusione dei premi / contributi INAIL, nel limite massimo di € 3.000 su base annua, riparametrato su base mensile;
a decorrere dall’1.1.2018 ai datori di lavoro privati che assumono, con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato a tutele crescenti entro 6 mesi dall’acquisizione del titolo di studio studenti che hanno svolto presso lo stesso datore di lavoro attività di alternanza scuola-lavoro pari almeno al 30% delle ore di alternanza previste ex art. 1, comma 33, Legge n. 107/2015, o un periodo di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, è riconosciuto l’esonero totale dal versamento dei contributi previdenziali, con esclusione dei premi / contributi INAIL.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *